Tag: trekking urbano

Ricordiamo DAX

I suoi luoghi, le nostre lotte

Ognuno di noi deve dare qualcosa,

per fare in modo che alcuni di noi

non siano costretti a dare tutto

argala

L’omicidio di un antifascista di ventisei anni è uno di quei rari fatti che memoria e storia si contendono, e che solo il ricordo collettivo può strappare alla distorsione mediatica e giudiziaria. Il prossimo 16 marzo saranno venti anni dalla Notte nera di Milano: per una parte di questa città un cupo fatto di cronaca che appartiene al passato recente, per tante e tanti di noi un ricordo indelebile che ancora morde, interroga e toglie il fiato.

Vent’anni fa l’APE di Milano non c’era. Parecchi di noi muovevano i loro passi tra i collettivi delle scuole di Milano, gli atenei, i movimenti sociali, il lavoro. Donne e uomini che Davide l’hanno incrociato una sera all’ORSo, l’hanno visto istoriato sui muri della città, l’hanno ritrovato nelle parole di Rosa, l’hanno sentito vicino negli anniversari più difficili e per questo più sentiti.

Sin dagli esordi, il camminare insieme e l’andare in montagna senza rinunciare ad uno sguardo politico sul presente, sono al centro dell’attività dell’Associazione Proletaria Escursionisti. Il nostro contributo al ventesimo anniversario della Notte nera non può che stare in questo solco: contribuire con due date di avvicinamento a rompere la membrana che separa il ricordo militante da una città che vorrebbe rimuovere questa storia disturbante. Rimuoverla dai muri, espellerla dalle coscienze, relegarla alla favola brutta dello scontro tra bande, tra opposti estremismi.

Domenica 26 febbraio invitiamo tutte e tutti a un trekking urbano nei luoghi di DAX, un compagno che intendiamo ricordare non solo per come è mancato, ma per come ha vissuto. Lo faremo, prendendo in prestito le parole degli zapatisti, camminando e domandando: lungo l’itinerario incontreremo diverse voci per comprendere insieme i territori che attraversava, il suo stile e l’impegno per il diritto all’abitare. La domenica successiva, il 5 marzo, muoveremo in vetta alla Grignetta con lo storico striscione che ha accompagnato tanti momenti di strada e di piazza in omaggio a DAX. Ci piacerebbe portarlo su a 2000 metri, dove lame e meschinità non arrivano.

Perché un’associazione escursionistica dovrebbe condividere oggi il peso di questa vicenda? L’APE storica nacque agli albori degli anni ’20 come società di sport popolare attiva nell’alveo socialista e libertario. Nell’arco di una manciata di stagioni cominciò a subire incendi, percosse squadriste, perquisizioni; prodromi crescenti del buio Ventennio alle porte. Una volta soppressa l’Associazione, le apeine e gli apeini hanno fiancheggiato esuli, promosso l’azione antifascista e il mutuo soccorso, partecipato con generosità alla Resistenza partigiana. Ci saremo, a modo nostro, perché la storia di DAX e la nostra storia sono sorelle, perché il Fascismo (vecchio e nuovo) non è un’opinione, perché la memoria è un ingranaggio collettivo.

Nella notte ci guidano le stelle

Associazione Proletaria Escursionisti – sezione di Milano

antifa, trekking urbano

Trekking Urbano sulle tracce del Carmine Ribelle

Nella foto in alto un centinaio di persone davanti al palazzo che vide nascere nel 1922 la prima Casa del Popolo di Brescia e dove, sul finire di quell’anno intenso e tragico, trovò casa anche una sezione della storica Associazione Proletari Escursionisti. Così domenica 18 dicembre abbiamo concluso le iniziative sociali del 2022, camminando tra la storia ribelle del proletariato bresciano, accompagnati dallo storico Marco Ugolini.

ape brescia, brescia, carmine ribelle, trekking urbano

Continua a leggere

06.05 // EVA – Sentiero Urbano

Appuntamento in Piazza Bertarelli, h 14.30

EVA è un Sentiero Urbano sulle tracce del femminismo a Milano.
EVA è Escursionismo che Va Altrove per provare a raccontare una storia di resistenza e liberazione, troppo spesso oscurata da una descrizione mainstream e stereotipata di femminismo.

EVA attraversa la città, percorrendo alcune delle vie aperte dalle donne nel tempo. Voltandoci indietro e guardando con attenzione, ciò che ci ha colpito é la capacità visionaria delle donne che le hanno tracciate. Come per le vie aperte in montagna, si studia una parete impervia e si segna una strada. É una pratica dell’impossibile.

eva, femminista, sentiero urbano, trekking urbano

Continua a leggere

Sempre più in alto
per una nuova umanità!

Sito autoprodotto con CMS WP e tema Yootheme - Privacy policy