Per montagne con APE Brescia… racconta(ce)la!

In attesa di poter tornare alla montagna condivisa – il prima possibile, speriamo! – ci manca il tempo insieme, con le situazione che si creano, le chiacchiere, le risate, i giochi, le tante persone incontrate; ci mancano la fatica e la felicità per la condivisione della scoperta di un posto nuovo.
Abbiamo provato a condensare alcuni di questi aspetti in questo breve contributo video; guardatelo e poi diteci, la montagna con APE per voi com’è? Scriveteci e raccontateci di una gita che vi è piaciuta di più: riempiremo questo tempo di pausa forzata con un po’ di senso di noi e sorridendo dei momenti vissuti insieme.

In attesa di incontrarci presto!

Video; Ape Brescia;

Itinerari apeini bresciani: cinque camminate fuori porta

L’ultimo periodo è stato di nuovo molto complicato. L’accesso alla montagna ci è stato fortemente limitato e per chi di noi abita le pianure completamente inibito; il tempo insieme e i sentieri condivisi posti in uno stato di sospensione. Dovremo portare ancora un po’ di pazienza per uscire da questa situazione, ma intanto vogliamo iniziare a guardare oltre.

Come? Invitando tutte/i a farsi trovare pronte/i a cogliere gli spiragli che si apriranno con l’allentarsi delle limitazioni alla libertà di spostamento.

Questo il nostro contributo per riprendere i sentieri ogni qual volta sarà possibile, dato che è facilmente prevedibile che ciò potrà avvenire come attività svolta singolarmente piuttosto che in gruppo: una selezione di Cinque camminate fuori porta, 5 proposte di percorsi brevi e prossimi alla città di Brescia, utili per i giorni in cui si ricomincia con cautela e serve fare anche un po’ di allenamento dopo la lunga pausa imposta.
Sono schede delle nostre precedenti gite sociali, solo un poco riviste per essere riproposte in questa forma; pensiamo sia anche un bel ricordo di alcune giornate passate con l’APE.

Puoi leggere l’opuscolo Cinque camminate fuori porta cliccando sul link o sull’immagine.

Buone camminate!

Itinerari bresciani; Ape Brescia; montagne con Ape

SUL CONFINE ARANCIONE NORD-OVEST DI BOLOGNA

Presi dall’entusiasmo dell’ultima uscita modenese, abbiamo voglia di proporre una nuova camminata, anche se saremo costretti ad effettuarla  all’interno del comune di Bologna. 

Il meteo prevede freddo intenso ma sole e cielo terso. Temiamo l’assalto ai colli bolognesi, quindi decidiamo di dirigerci verso la periferia di pianura, verso il confine nord-ovest per scoprire insieme i limiti territoriali imposti dalle norme anti-covid ricercando la natura nei boschetti golenali sulle rive del Reno.

arancione, bologna, cave, confine, convid, golena, golena fluviale, grandi opere, lavino di mezzo, notav, people mover, periurbano

Continua a leggere

L’ultima uscita, da gialli, sul Monte Rondinaio

Il venerdì pomeriggio i telefoni iniziano a squillare, gran traffico di sms: “domenica saremo zona arancione, non potremo più uscire dal comune di Bologna, la gita di domani sarà l’ultima!” e tra disperazione e gioia per aver azzeccato il giorno giusto della camminata, ci diamo appuntamento per sabato mattina, puntuali, alle 8 al solito parcheggio.

Da qui partiamo in 10, le altre 4 api arriveranno dalle loro case nell’appennino, chi bolognese, chi modenese e chi reggiano.
Oltre ad essere l’ultimo giorno disponibile per camminare al di fuori del Comune di Bologna, è anche l’ultimo giorno di apertura dei bar. Ci premuniamo di birrette da lasciare nel baule, per brindare alla fine della camminata, la prudenza non è mai troppa!
Il gruppo è al completo e dopo aver lasciato le macchine al parcheggio del Lago Santo Modenese (1501m), prendiamo il sentiero CAI 523 in mezzo alla faggeta e fino al Lago Baccio, di origine glaciale (1550), dove decidiamo di fare la foto di gruppo anche se appena partiti! Incontriamo qualche problema tecnico ma alla fine un paio di scatti riusciranno bene (non propriamente un’autoscatto)!

Continua a leggere

Di ritorno dai Prati di Sara

L’appuntamento è alle 8 al parcheggio di via Gobetti e la puntualità è impressionante, si percepisce la necessità di scappare dalla città e di andare a fare quella che, forse, sarà l’ultima camminata dell’anno.

Raggiungiamo in un paio d’ore il borgo di Casalino e ci stupiamo della quantità di auto presenti, l’estate di san martino con le sue temperature miti ha evidentemente portato molti ad uscire in questa calda e soleggiata domenica! Incrociamo facce conosciute e anche un gruppetto che, prendendo il percorso dalla parte opposta alla nostra, deciderà di salire fin su in cima al Monte Cusna (ci saluteremo poi ad orario di pranzo, loro in vetta sopra le nostre teste, noi svaccati sul pratone).

Continua a leggere

Sempre più in alto
per una nuova umanità!

Sito autoprodotto con CMS WP e tema Yootheme - Privacy policy